Diaspro Orbicolare o Diaspro Oceano???

diaspro-orbicolare-gemmologia-olistica

La Riolite, dal gr. rhyax (flusso di lava) e lithos (pietra), è una roccia vulcanica ricca di silice (>69% SiO2) e feldspati (sanidino e plagioclasio), simile al granito ma a grana più fina. Sia la pietra pomice sia l’ossidiana sono due derivati della riolite, ma con diversi stadi di raffreddamento. Quando questa roccia viene silicizzata, assume una struttura simile al Diaspro, e può essere facilmente levigata e lucidata.

Uno dei primi nomi a essere assegnati alla riolite silicizzata è stato quello di Diaspro orbicolare, in riferimento alle figure sferiche e concentriche, maggiormente visibili sulla superficie dopo che la pietra viene lucidata. In questo tipo di riolite, infatti, i cristalli di quarzo e di feldspato crescono in strutture aggregate radiali aghiformi, che costituiscono la base per la struttura orbicolare della pietra, con dimensioni che vanno da un millimetro a qualche centimetro. La matrice di fondo mostra quasi sempre delle striature orizzontali, con tonalità che vanno dal verde, al giallo, rosso, crema o bruno.

Di seguito i nomi di alcune diverse varietà di Diaspro Orbicolare:

Kinradite: con anelli concentrici di quarzo incolore o bianco, chiamato così in onore di J.J. Kinrade, un lapidario professionista di San Francisco, che scoprì questo materiale nel 1880 presso San Francisco, California

Australian Rainforest Jasper: matrice di colore verde, verde giallastro, proveniente da Mount Isa, Queensland, Australia

Oregonite: matrice bruno rossastro, proveniente da Josephine Co., Washington, USA

Poppy Jasper: matrice rosso-brunastro, proveniente da Morgan Hill, Paradise Valley, Santa Clara Co., California, USA

Birdseye Rhyolite: matrice bruno-giallastro, proveniente da Chihuahua, Mexico

Quando furono scoperti i depositi riolitici in Madagascar, composti di riolite altamente silicizzata, la pietra venne commercializzata dalla Gem Shop Inc. col nome Ocean Jasper, Diaspro Oceano; la parola “ocean”, infatti, deriva principalmente dalla posizione dei giacimenti sul bordo del mare, lungo la costa nord-occidentale del Madagascar. Recenti studi hanno confermato che parte del fondale marino di questa zona del paese è composto da un filone di riolite formatasi da un flusso di origine vulcanica originatosi diversi milioni di anni fa. In seguito la riolite fu silicizzata, permettendo a quarzo e feldspato di cristallizzare.

 

Testo e foto a cura di Gennaro Giovatore​
Gemmologo Graduato IGI Antwerp
Cristalloterapeuta della Crystal Academy

Ti è piaciuto questo articolo? Dai anche ai tuoi amici la possibilità di leggerlo, utilizza i link dei Social Netwok che trovi in fondo alla pagina per condividerlo!
Vuoi rimanere aggiornato su corsi, seminari, attività, nuovi prodotti o ricevere aggiornamenti dal mondo dei minerali, delle gemme e dei cristalli?
Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter!