Microbialiti

Con il termine microbialite si fa riferimento ad una tipologia di rocce sedimentarie costruite da microorganismi. Al momento sono state distinte tre varietà differenti:

1. Stromatoliti

Da molti considerate ‘fossili viventi, la stromatoliti (il cui nome deriva dalle parole greche stroma, tappeto e lithos, pietra), sono rocce sedimentarie finemente stratificate, che crescono in strutture coloniali lunghe anche qualche chilometro. L’origine della loro formazione è dovuta all’attività di cianobatteri, chiamati erroneamente anche alghe blu-verdi. Queste microscopiche forme di vita secernano un muco che intrappola i sedimenti, i quali vengono cementati, strato su strato, dal carbonato di calcio precipitato dall’acqua. Gli unici due posti al mondo dove vivono stromatoliti marine sono quelle di Hamelin Pool Marine Nature Reserve , Shark Bay, in Australia, e quelle di Exuma Sound e Little Darby Island, nelle Bahamas.

2. Tromboliti

A differenza delle stromatoliti, che sono costruite strato su strato, la struttura interna delle tromboliti è rappresa, coagulata (da cui il nome trombo: coagulo, ammasso). Le Tromboliti si formano per cattura, rilegatura e cementazione di grani sedimentari. Uno dei pochi posti al mondo dove sono presenti le tromboliti è il Lake Clifton nel Western Australia.

3. Oncoliti

Le oncoliti sono rocce sedimentarie composte da oncoidi (gr onkos, noduli), dei noduli arrotondati generalmente costituiti da calcare. Sono molto simili alle stromatoliti, ma invece di formare strutture colonnari, formano strutture sferoidali, cresciute per deposito di carbonato di calcio, di solito attorno ad un nucleo centrale (tipo un frammento di conchiglia), incrostato da microbi, alghe o altri organismi incrostanti.

 

Testo a cura di Gennaro Giovatore ©
G.G. – IGI Antwerp
Se ti piacciono i Minerali, le Gemme e i Cristalli seguimi sul mio “Gruppo di studio e condivisione sulla Gemmologia e sulla Cristalloterapia”: https://www.facebook.com/groups/467106986739467/