Perovskite

Caratteristiche

Colore: Nero, marrone rossiccio, giallo pallido, arancio giallastro
Striscio: Bianco grigiastro
Genesi: Ambiente primario, rocce del mantello litosferico (ultramafiche)
Sistema Cristallino: Ortorombico
Classe Mineralogica: Ossidi
Chimismo: titanato di calcio, ossido doppio di calcio e titanio
Formula: CaTiO3
Elementi: calcio 30-41%, titanio 35-60%, ossigeno 35%
Abito: cristalli opachi cubici (pseudocubici), ottaedrici o combinazioni di queste forme base (superficie cristalli irregolare); spesso geminati di compenetrazione (di solito completamente interpenetrati) di forme cubiche con forme ottaedriche (geminazione secondo la legge della fluorite, cioè con piano di geminazione rappresentato da una faccia dell’ottaedro).
Indice di rifrazione: 2,380
Peso specifico: 3,98-4,26
Durezza: 5.5
Sfaldatura: buona
Frattura: concoide
Lucentezza: da vitrea a adamantina
Trasparenza: da traslucida a opaca
Pleocroismo: – – –
Fluorescenza: – – –

Etimologia

Il nome perovskite (o perowskite, secondo alcuni autori) è stato coniato nel 1840 da Gustav Rose (1798 – 1873) in onore del grande collezionista di minerali e Ministro della Corte Imperiale russa Lev Perovskij

Storia

Minerale scoperto da Gustav Rose nel 1839 presso Achmatovskaja, nei Monti Urali (Russia). Sono presenti in natura più ossidi con la stessa organizzazione del reticolo cristallino che d’insieme prendono il nome di gruppo delle perovskiti: perovskite s.s. (idealmente CaTiO3), lueshite (NaNbO3), loparite (Na0.5 REE0.5TiO3), tausonite (SrTiO3).

Recentemente le perovskiti hanno ricevuto molto interesse dalla comunità internazionale in seguito all’impiego di particolari materiali con struttura perovskitica in pannelli fotovoltaici di terza generazione: la composizione chimica della perovskite le permette una grande capacità di assorbire la luce. Essa fa si che le cariche generate dalla luce catturata dal pannello viaggino per distanza maggiori di un micrometro, una distanza enorme nel mondo delle nano-tecnologie. Questo consente la permanenza della carica per un tempo maggiore all’interno del pannello fonoassorbente e, dunque, un maggior accumulo di energia.

Giacimenti

Urali, Svizzera, Magnet Cove, Arkansas e San Benito, California (USA), Vesuvio (Italia)

Trattamenti, Sintesi, Imitazioni

Composti sintetici strutturalmente simili a CaTiO3 sono stati realizzati artificialmente, e sono conosciuti in scienza dei materiali come perovskiti sintetiche.

Pietre simili per aspetto: Galena

Varietà, sinonimi, nomi commerciali: – – –

Denominazioni ingannevoli: – – –

Cristalloterapia

Testo a cura di Gennaro Giovatore ©
G.G. – IGI Antwerp
Se ti piacciono i Minerali, le Gemme e i Cristalli seguimi sul mio “Gruppo di studio e condivisione sulla Gemmologia e sulla Cristalloterapia”: https://www.facebook.com/groups/467106986739467/