Sintesi

Per gemma sintetica, o sintesi, si intende generalmente un prodotto artificiale, realizzato in laboratorio, avente caratteristiche fisiche, chimiche ed ottiche identiche alla controparte naturale. In Italia, la normativa UNI (n. 10245) definisce ‘materiale gemmologico artificiale‘ come “sostanza organica e/o inorganica prodotta mediante procedimenti tecnologici”.

Le prime tecniche di sintetizzazione si sono sviluppate sul finire dell’800, principalmente per soddisfare la crescente domanda di materiale prezioso per scopi industriali (comunicazioni, tecnologie laser e abrasivi).

Le principali tecniche di sintetizzazione sono:

– Procedimento idrotermale (Quarzo, Acquamarina, Smeraldo, Alessandrite)

– Procedimento HP-HT (Diamante)

– Procedimento CVD (Diamante)

– Procedimento Verneuil (Rubino, Zaffiro e Corindoni)

– Procedimento Czochralski (Alessandrite)

– Procedimento flusso di crescita, o flux-grown (Smeraldo e Spinello)

– Skull Melt (Zirconia cubica)

– Procedimento Brigman-Stockbarger

Testo a cura di Gennaro Giovatore ©
G.G. – IGI Antwerp
Se ti piacciono i Minerali, le Gemme e i Cristalli seguimi sul mio “Gruppo di studio e condivisione sulla Gemmologia e sulla Cristalloterapia”: https://www.facebook.com/groups/467106986739467/